Sale: alcune strategie per limitarne il consumo

Tutte le cellule dell’organismo hanno bisogno di sale o cloruro di sodio per funzionare.
Esso contribuisce alla regolazione e all’equilibrio dei liquidi presenti nell’organismo, all’assorbimento di alcune sostanze nutritive nell’intestino tenue e al funzionamento dei nervi e dei muscoli.

Il fabbisogno di tale componente nell’organismo varia in base all’età. I bambini per esempio, rispetto agli adulti, hanno una bassa capacità di eliminare il sale. Di conseguenza, essi non dovrebbero mangiare cibi e pietanze con sodio aggiunto, soprattutto nei primi mesi e nei primi anni di vita. La scoperta di sapori intensi potrebbe infatti indurre i bambini al rifiuto di cibi più semplici e poco conditi.
Per tale ragione, gli alimenti per la prima infanzia di solito non contengono sale e composti di sodio aggiunti. Inoltre, devono sottostare a specifici regolamenti sanitari.

La maggior parte delle persone mangia più sale del necessario. Nutrizionisti e medici associano l’eccessivo consumo di tale ingrediente all’aumento del rischio di ipertensione, che può essere la causa di insufficienza renale, cardiopatie e ictus.

Come ridurre il consumo di sale

Esistono alcune strategie o azioni che possono essere messe in pratica per ridurre l’apporto di sodio nell’organismo:

  1. Fare attenzione a crackers, grissini, pane, biscotti e cereali per la prima colazione, poiché contengono “sodio nascosto” dal sapore dolce. Non è sempre facile ridurre il consumo di tali alimenti dato che spesso, nell’arco della giornata, si tende a mangiarne più porzioni
  2. Moderare il consumo di cibi precotti e conservati
  3. Non aggiungere molto sale nella cottura e nei condimenti
  4. Usare erbe (fresche e secche), spezie, succo di limone, aglio, pepe e peperoncino come alternative sane per condire le insalate e per insaporire gli alimenti cotti
  5. Limitare l’uso di dadi
  6. Prediligere il consumo di cibi freschi ricchi di potassio
  7. Non aggiungere quantità elevate di sale all’acqua delle verdure durante la cottura perché ne compromette la naturale dolcezza
  8. Utilizzare la saliera con parsimonia

 

 

José Galizia

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Simple Share Buttons