Orate al cartoccio con pinoli e vino bianco

Difficoltà: facile
Costo: basso
Tempo di preparazione: 50 minuti circa
Tempo di cottura: 20-25 minuti circa

Ingredienti per 4 persone e materiale occorrente:

  • 4 orate intere con la pelle già pulite di circa 180 g ciascuna
  • 4 spicchi di aglio freschi
  • 150 g di pomodorini freschi
  • 250 ml di vino bianco secco
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco
  • 1 lime
  • scorza di lime
  • 70 g di pinoli
  • olio extravergine d’oliva
  • sale (q.b.)
  • pepe macinato (q.b.)
  • 4 fogli di carta di alluminio
  • 4 fogli di carta da forno

Preparazione:

  1. Anche se già accuratamente pulite in pescheria, lavate un’altra volta le orate sotto il rubinetto con acqua fredda corrente e lasciate che asciughino per qualche istante.
  2. Nel frattempo, fate preriscaldare il forno ad una temperatura di 150° C circa.
  3. Lavate i pomodorini sotto l’acqua corrente e tagliateli in quattro parti. Dopodiché spellate l’aglio e tagliatelo a metà.
  4. Adagiate i quattro fogli di carta da forno sopra i quattro fogli di carta di alluminio e utilizzateli come superfici di appoggio su cui disporre le orate.
  5. Iniziate a condire le orate riempiendone l’interno della pancia con uno spicchio di aglio precedentemente tagliato in due parti, un pizzico di sale e un pizzico di pepe.
  6. Stendete le orate sui fogli di carta, aggiungete i pomodorini, una presa di prezzemolo fresco.
  7. Insaporite con un filo di olio extravergine d’oliva, un pizzico di scorza di lime, di sale, di pepe, mezzo bicchiere di vino bianco e un po’ di pinoli.
  8. Chiudete la carta, sia da forno che di alluminio, a forma di pacchetto.
  9. Mettete i pacchetti di carta con dentro le orate in una teglia e sistemate quest’ultima sulla griglia del forno già caldo. Lasciate cuocere per 20 minuti circa.
  10. A cottura ultimata, togliete la teglia dal forno, aprite i pacchetti di carta evitando di bruciarvi, aggiungete qualche goccia di lime e servite a tavola per deliziare i vostri invitati.

José Galizia

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Simple Share Buttons