Dieta Dukan

La Dukan è sicuramente oggi una delle diete più seguite e conosciute al mondo. Amata e criticata da molti, è famosa per aver riportato alla forma fisica personaggi di successo come Jennifer Lopez e Gisele Bundchen. Prende il nome dal suo ideatore, il nutrizionista francese Pierre Dukan, che ne ha fatto un vero e proprio business. Il sito ufficiale della Dieta Dukan è il seguente: http://www.dietadukan.it/index.php.

Secondo Dukan, è possibile dimagrire naturalmente, ma solo ritornando a nutrirsi di alimenti semplici – proteine e vegetali – come quelli che venivano usati dagli uomini primitivi. Si tratta di 100 alimenti, 72 dei quali provenienti dal mondo animale e 28 da quello vegetale. La cosa importante è che di questi alimenti è possibile mangiarne “a volontà”.

La dieta Dukan si basa su quattro fasi e cinque pasti al giorno. In questo modo, Dukan garantisce una perdita di peso regolare, che avviene nel modo più naturale possibile, ma anche e soprattutto la successiva stabilizzazione del peso ideale ottenuto.

La prima fase è quella “d’attacco”. E’ indubbiamente la più rigida e la più dura da seguire, ma è anche di rapido impatto e dai risultati immediati. In questa fase sono consentiti soltanto alimenti composti da proteine pure, tra i quali – ad esempio – pesce, cozze, carni bianche, ma anche yogurt “a volontà”. E’ necessario ogni giorno bere 1,5 litro di acqua iposodica al giorno, alternativamente a the e tisane. Ricordiamo che le proteine pure si possono scegliere tra i 72 alimenti consentiti, tutti esclusivamente provenienti dal mondo animale. L’assunzione di molte proteine consente di eliminare il grasso e anche molta acqua dall’organismo.

La seconda fase è quella di “crociera”, che porta direttamente al Giusto Peso – concetto fondamentale del metodo Dukan, che consiste nel peso che, in base alla storia dell’individuo, dovrebbe essere mantenuto nel tempo -. In questa fase, la dieta prevede l’alternarsi di giornate in cui sono consentite solo proteine pure – giornate PP – e giornate in cui si possono mangiare, insieme alle proteine pure, anche le 28 verdure consentite dal programma Dukan - giornate PV -.

La terza fase è quella chiamata di “consolidamento” ed ha una durata di 10 giorni per ogni chilo perso nelle 2 precedenti fasi. Si tratta di una fase in cui il regime alimentare inizia lentamente a regolarizzarsi, ma sotto una specie di “libertà vigilata”. E’ consentita, infatti, l’introduzione di alimenti a piacere ma soltanto in 2 pasti a settimana, chiamati “Pasti di Gala”. Di contro, almeno un giorno a settimana, è necessario tornare a mangiare soltanto proteine pure. E’ questa la fase in cui è maggiormente consigliata l’attività fisica- per 30 minuti al giorno almeno -, per riuscire a stabilizzare la perdita di peso ottenuta con i sacrifici delle fasi precedenti.

L’ultima è la fase di “stabilizzazione”, la cui durata è prevista…per tutta la vita, considerando che il 95% delle persone che riescono a perdere peso lo recuperano negli anni. In questa fase, oltre all’indispensabile attività fisica, ci sono solo 3 regole fondamentali da seguire: mantenere un giorno alla settimana in cui si mangiano solo e soltanto le proteine pure – Dukan suggerisce che il giorno sia il giovedì -, evitare zuccheri e dolci e, infine, consumare 3 cucchiai al giorno di crusca d’avena.

La Dieta Dukan oggi è tradotta in 10 lingue e diffusa in più di 20 paesi tra i quali anche paesi di diverse culture e religioni, come, ad esempio, la Corea, la Russia e la Bulgaria.

Il successo di questo regime dietetico è, dunque, planetario: esistono più di cento siti, forum e blog interamente dedicati alla Dieta Dukan. Secondo le parole del nutrizionista francese, il successo di questa dieta è dovuto al fatto che le persone in sovrappeso dimagriscono senza rimanere affamati, potendo mangiare “a volontà” cibi scelti all’interno di una lista, come si è detto, di ben 100 alimenti. 

Ecco la lista ufficiale.
Le carni magre: bresaola, rosbif, bistecca di manzo, bistecca di cavallo, controfiletto di manzo, filetto di manzo, scamone, scaloppina di vitello, costata di vitello, fegato di vitello, rognone di vitello, lingua di manzo, prosciutto cotto sgrassato, coniglio, selvaggina, faraona, pollo, tacchino, prosciutto di pollo e di tacchino, fegato di pollo, galletto, quaglia, struzzo.

I pesci: trota, triglia, tonno e tonno in scatola al naturale, cefalo, cernia, dentice, merluzzo, nasello, orata, pesce spada, salmone, eglefino, halibut,  limanda, pesce imperatore, spigola o branzino, sogliola, sardina, sgombro, rana pescatrice, razza, rombo, rana pescatrice, surimi.

I frutti di mare: polipo, vongole, riccio di mare, aragosta, astice, ostriche, capesante, cozze, calamaro, granchio, gamberetti, seppie, scampi, cuore di mare.

Le proteine vegetali: tofu, seitan.

I latticini magri: yogurt magro al naturale, latte scremato, fiocchi di latte magri, ricotta grassi 5%, formaggio spalmabile 0,2%, formaggio fresco magro.

Verdure (consentite in Fase di Crociera): finocchi, fagiolini, funghi, asparagi, broccoli, cavolfiore, cavolo e cavolini di Bruxelles, barbabietola, cavolo rapa, rabarbaro, carote, carciofi, cetrioli,  cipolla, porro, sedano, pomodoro, peperone, ravanello, lattuga, indivia, insalata valeriana, melanzane, spinaci, zucchine, zucca, soia, cuore di palma.

Altri: uova.

L’olio d’oliva (1 cucchiaino al giorno) è consentito fin dalla Fase di Crociera, grazie al suo apporto di omega 3, polifenoli e vitamina E (anti-ossidanti).

Alimento particolare e specifico della Dieta Dukan è il Shirataki, ricchissimo di fibre. Si tratta di un tubero asiatico che viene rielaborato sotto forma di spaghetti totalmente senza calorie.

A questo punto possiamo dare indicazione di un menù valido per ognuna delle 4 fasi della Dieta Dukan, da tenere come esempio.

Fase d’Attacco: colazione: the o caffè, yogurt magro al naturale, crusca d’avena. A metà mattina, a scelta tra: latte scremato, bresaola, una fetta di formaggio fresco magro, prosciutto sgrassato. A pranzo, a scelta fra: petto di pollo o petto di tacchino ai ferri, sogliola al vapore, orata al forno, qualsiasi pesce magro al cartoccio o al forno, uova, frutti di mare. A merenda: yogurt, prosciutto sgrassato, fiocchi di latte o ricotta magra. A cena, come a pranzo. Lo yogurt con la crusca d’avena sono consentiti sempre.

Fase di Crociera: lo schema alimentare è uguale a quello della Fase d’Attacco, aggiungendo – a giorni alterni – le verdure previste.

Fase di Consolidamento: rispetto allo schema precedente, è previsto l’inserimento di pane, pasta, riso – purché sempre integrali! – in due giorni alla settimana. Bisogna ricordarsi di fissare un giorno alla settimana in cui il menù tornerà ad essere di sole proteine pure (come nella Fase d’Attacco).

Fase di Stabilizzazione: 1) ricordarsi di aggiungere alla dieta ogni giorno 3 cucchiai di crusca d’avena; 2) conservare un giorno a settimana in cui si mangiano soltanto proteine pure (come nella Fase d’Attacco); 3) evitare o limitare zuccheri e dolciumi.

Per noi è molto importante ricordarti che:

Ogni notizia o consiglio su diete o regimi alimentari contenuti nel sito www.dietaonline.it devono intendersi al solo scopo informativo. Tali informazioni non devono mai sostituire la consulenza personalizzata di un medico dietologo o nutrizionista. Pertanto, ogni decisione presa sulla base di queste indicazioni dev’essere intesa come personale e secondo propria responsabilità. Un programma alimentare indicativo infatti, non può in ogni caso sostituirsi alle scelte del Medico, che rimane sempre il decisore ed il responsabile finale.

Rosa Giuffrè

Communication Consultant, Social Event Planner di Como. Sono un’ambasciatrice della Cultura Digitale, della Cultura Social e del #comunicarepositivo, per questo mi occupo di formazione, networking strategico, Digital PR per aziende, PMI, scuole e associazioni in tutta Italia. Mi trovi sul mio blog futurosemplice.net – easy future for complicated people, sul quale parlo di social Network, web marketing, social events,positive life e dal quale esprimo la mia necessità di comunicare il valore della vita e delle persone. www.futurosemplice.net

Related posts

7 Comments

  1. Avatar
    lilith febbraio 24, 2013

    Non e’ vero che con la dukan puoi mangiare quanto vuoi gli alimenti permessi!io dovevo perdere 3 chili,i primi giorni,a pranzo,ho sostituito la mia insalata con bresaola o salmone affumicato,accompagnato da fiocchi di latte,risultato sono aumentata!La perdita di chili è arrivata quando l’introito di calorie l’ho ridotto drasticamente, cioè’ ho calcolato il valore energetico dei vari alimenti.Budino fatto con la ricetta dukan,500 ml di latte,ma diviso in 2 giorni,a pranzo una scatoletta da 70 g di simmenthal e 50 g di Philadelphia light a conti fatti,non si superano le 1000 cal,Raggiunto questo traguardo,ho provato ad inserire alimenti proibiti,rimanendo sempre al di sotto della soglia calorica che mi ero prefissa.il calo dei chili è proseguito!!! Ovviamente ho riportato solo alcuni esempi delle mie fasi,non volendo dilungarmi in liste di cibi,ricette e orari,assicuro pero’ che ho fatto le cose con attenzione e scrupolo.Ci sono dei punti utili in qualsiasi piano dimagrante che si trovano nella dukan. Il budino,ad esempio, al quale aggiungendo 2 misurini di proteine in polvere,magari al cioccolato, e il cucchiaio di avena,ci da la possibilità’ di riempirci a poche calorie.Evitare di eccedere con i carboidrati,lasciandoli sotto la soglia consentita di norma,garantisco che 50 g di riso mischiati a 200 g di salmone cotto con spezie e un goccio d’olio,sortiscono lo stesso effetto del menu dukan e ti senti anche più’ sgonfio.Stessa cosa vale per l’eventuale pezzetto di pane con il quale accompagni l’insalata,insomma l’importante e’ non sballare con l’introito calorico……………

    Reply
  2. Avatar
    Francesca febbraio 24, 2013

    Grazie mille Lilith del tuo commento!

    Ti ringrazio in particolare perché il tuo è proprio il racconto di un’esperienza diretta, come fosse una recensione della Dieta Dukan.

    Noi non siamo dietologi, e il post l’ho scritto sulla base delle indicazioni prese sul sito ufficiale di Dukan, ma ora io stessa ne so molto di più!

    Grazie ancora e buona serata
    Francesca

    Reply
  3. Avatar
    Antonio marzo 15, 2013

    Seguire una dieta è una cosa seria, c’è di mezzo la vostra salute. Chi ne ha bisogno farebbe meglio a consultare un professionista (biologo nutrizionista o un medico) o quantomeno consultare un sito più attendibile di questo.

    Reply
  4. Avatar
    Dietaonline.it marzo 15, 2013

    Ciao Antonio,

    siamo assolutamente d’accordo sul fatto che seguire una dieta sia una cosa seria.
    Siamo un sito informativo, e riportiamo /aggreghiamo informazioni e articoli relativi al mondo delle diete.

    Ogni volta che ci è stato chiesto un consiglio personalizzato (sia qui su sito che sui Social Network) abbiamo invitato gli utenti a rivolgersi ad un professionista del settore – dietologo o nutrizionista -.

    Nella nuova versione del sito che sarà online alla fine della settimana prossima, sarà incluso un database per la ricerca del dietologo/nutrizionista più vicino, con migliaia di professionisti inclusi.

    Reply
  5. Avatar
    Calimero73 marzo 17, 2013

    @lilith
    Confermo quello che ha scritto Francesca, ovvero che gli alimenti permessi li puoi mangiare quanto vuoi. Da ciò che hai scritto, mi sembra di capire che hai seguito la Dukan in modo piuttosto pasticciato e forse per questo con te non ha funzionato come speravi. Io seguo questa dieta da 2 anni e ho perso più di 20 Kg già durante i primi mesi.

    @Francesca
    Grazie per aver contribuito, con questo tuo articolo, a divulgare informazioni sulla dieta Dukan.
    Tuttavia, ho notato diverse omissioni e imprecisioni.
    Eccone alcune:

    la dieta non si basa su 5 pasti al giorno, anzi Pierre Dukan raccomanda di mangiare tutte le volte che si ha fame o anche prima che la fame inizia a manifestarsi;

    l’attività fisica non è consigliata ma PRESCRITTA già a partire dalla prima fase (20 minuti al giorno), quindi non solo dalla terza fase;

    la terza raccomandazione della quarta fase non consiste nel limitare zuccheri e dolci ma nell’abbandonare l’ascensore.

    Riconosco e apprezzo il tuo impegno nel documentarti sulla dieta Dukan ma gran parte delle informazioni che si trovano online su questo argomento non sono attendibili al 100%, compreso quelle pubblicate sul sito ufficiale italiano. Le uniche fonti davvero attendibili restano i libri del dott. Dukan e, personalmente, io mi attengo solo a quelli.

    Per ulteriori approfondimenti, puoi anche consultare sul mio blog la serie 5 di articoli (attualmente in fase di completamento) con le istruzioni per seguire la dieta Dukan: http://www.lamiadietadukan.com/tag/istruzioni-per-la-dieta-dukan/

    Reply
  6. Avatar
    Dietaonline.it marzo 17, 2013

    Ciao Calimero,

    ti ringraziamo moltissimo per i tuoi commenti.

    Noi siamo un sito informativo, riportiamo e aggreghiamo informazioni e articoli relativi alle principali diete e non solo.

    Però a brevissimo, il sito cambierà, dando spazio prevalentemente ai vostri commenti e alle vostre testimonianze.

    Quindi speriamo di rileggerti presto, con i tuoi preziosi consigli.

    Buona domenica

    Reply

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *