Dieta senza Glutine

La Dieta senza Glutine nasce per i soggetti intolleranti a questa proteina, contenuta nel grano e nella maggior parte dei cereali.

Esistono diverse forme di intolleranza al glutine, delle quali la più conosciuta è la celiachia.

La celiachia è una patologia autoimmune che coinvolge l’intestino, generalmente viene diagnosticata già in età infantile e se non correttamente curata porta ad un danneggiamento cronico della mucosa intestinale, perché il sistema immunitario riconosce il glutine come un agente estraneo e scatena una reazione infiammatoria. Il danneggiamento della mucosa intestinale porta inoltre ad un malassorbimento degli altri nutrienti, per cui si possono avere carenze nutrizionali. La celiachia si manifesta con dolori e gonfiori addominali, nausea, spossatezza e perdita di peso, carenze di vitamine e sali minerali, anemia, disturbi della crescita nei bambini. La cura per la celiachia è una dieta senza glutine da seguire per tutta la vita.

Recentemente è stata scoperta un’altra forma di intolleranza al glutine chiamata sensibilità al glutine, disturbo peraltro molto diffuso negli ultimi anni. Esistono soggetti che, pur essendo negativi al test diagnostico sugli anticorpi per la celiachia, presenta comunque sintomi riconducibili ad una intolleranza al glutine, quali dolori e gonfiori addominali, spossatezza, anemia, diarrea, e in più emicrania ed eruzioni cutanei.

Una volta escluse in questi soggetti la celiachia e l’allergia al frumento (altra situazione nella quale si dovrà seguire una dieta priva di glutine) si diagnostica una semplice sensibilità al glutine, che andrà corretta con una dieta senza glutine da seguire però in questo caso non per tutta la vita, perché al contrario della celiachia e dell’allergia al frumento, la sensibilità al glutine può essere una condizione transitoria. Si consiglia generalmente di seguire una dieta senza glutine per un periodo variabile da 2 a 4 mesi, e successivamente reintrodurre gradualmente gli alimenti contenenti glutine e valutare i sintomi.

In commercio esistono numerosi prodotti senza glutine (farine, pasta, pane, biscotti, ecc.), che permettono comunque di mantenere una dieta variata senza carenze nutrizionali. Sul sito dell’Associazione Italiana Celiachia inoltre sono riportati in modo chiaro e preciso tutti gli alimenti che è possibile consumare, aggiornati agli studi più recenti, in caso di sensibilità al glutine e/o celiachia.

In sintesi vediamo quali cereali è possibile mangiare e quali no:
SI per riso, mais, grano saraceno, amaranto, manioca, miglio, quinoa, sorgo, teff e tutti i prodotti senza glutine (pasta, pane, biscotti, dolci realizzati con farine senza glutine)
NO per frumento, farro, orzo, malto, avena, segale, grano kamut, spelta, triticale, semole e semolini, e tutti i prodotti realizzati con farine o con cereali contenenti glutine.

Si possono mangiare liberamente frutta e verdura, carne, pesce, latticini, legumi, uova, oli vegetali, frutta secca. In ogni caso quando si acquista un alimento confezionato è necessario controllare l’etichetta per valutare se sono presenti tracce o ingredienti contenenti glutine. Ad esempio si può consumare yogurt, ma non yogurt al malto o ai cereali; tra le bevande alcoliche non si può consumare ad esempio la birra, perché è prodotta a partire da grano o da orzo, e così via.

Un esempio di schema settimanale di Dieta senza Glutine

Se si vuole dimagrire qualche Kg rispettare le quantità scritte sulla dieta (per le donne la più bassa, per gli uomini la più alta), altrimenti utilizzarla semplicemente come menù settimanale senza glutine consumando le quantità di ogni alimento abituali in riferimento alla propria normale alimentazione.

Come condimento, 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva a pasto (2 a pranzo, 2 a cena).

COLAZIONE (tutti i giorni)
1 tazza media o 1 bicchiere di latte intero o parzialmente scremato o latte di soia o latte di riso o tè verde o tè nero (no ad esempio a caffè d’orzo o latte d’avena!)
4-6 biscotti o 2-3 fette biscottate o 30-40 gr di ciambella o plumcake con farina senza glutine

SPUNTINI (metà mattina e metà pomeriggio)
1 frutto di stagione o 1 yogurt bianco o alla frutta

Lunedì:
– a pranzo: pasta di mais (80-100 gr) al pomodoro con un cucchiaio di parmigiano, contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 1 frutto di stagione
– a cena: carne bianca alla griglia (pollo o tacchino, 150-180 gr), contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2-4 gallette di riso o di mais

Martedì:
– a pranzo: zuppa di riso e fagioli (30-40 gr di riso, 60-70 gr di fagioli), contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2 gallette di riso o di mais
– a cena: pesce bianco magro (sogliola, merluzzo, ecc. 200-220 gr), contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2-4 gallette di riso o di mais

Mercoledì:
-a pranzo: insalata di polpo con patate (2 patate medie tagliate a tocchetti, 150-200 gr di polpo), insalata fresca mista (lattuga, finocchi, rucola, carote), 1 frutto di stagione a scelta
-a cena: 150 gr di ricotta o 180 gr di fiocchi di latte, contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2-4 gallette di riso o di mais

Giovedì:
-a pranzo: insalata di quinoa (60-80 gr) con una scatolina di tonno al naturale e 1 cucchiaio di mais, contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 1 frutto di stagione
-a cena: carne rossa magra (vitello o vitellone magro, 120-160 gr) oppure bresaola (70-90 gr), contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2-4 gallette di riso o di mais

Venerdì:
-a pranzo: pasta di riso (60-80 gr) con calamari e gamberetti, contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 1 frutto di stagione
-a cena: pesce azzurro (sgombro, alici, ecc. 150-180 gr), contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2-4 gallette di riso o di mais

Sabato:
-a pranzo: zuppa di riso e ceci (30-40 gr di riso, 60-70 gr di lenticchie o ceci), contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2 gallette di riso o di mais
-a cena: frittata con broccoli o zucchine, contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2 gallette di riso o di mais, 1 frutto di stagione

Domenica:
-a pranzo: zuppa di ceci (80-100 gr) con crostini di pane fatto con farina senza glutine o 2-4 gallette di riso o di mais, contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 1 frutto di stagione
-a cena: carne bianca alla griglia (pollo o tacchino, 150-200 gr) o affettato di tacchino (80-100 gr), contorno abbondante di verdure di stagione o insalata a scelta, 2-4 gallette di riso o di mais

Per noi è molto importante ricordarti che:

Ogni notizia o consiglio su diete o regimi alimentari contenuti nel sito www.dietaonline.it devono intendersi al solo scopo informativo. Tali informazioni non devono mai sostituire la consulenza personalizzata di un medico dietologo o nutrizionista. Pertanto, ogni decisione presa sulla base di queste indicazioni dev’essere intesa come personale e secondo propria responsabilità. Un programma alimentare indicativo infatti, non può in ogni caso sostituirsi alle scelte del Medico, che rimane sempre il decisore ed il responsabile finale.

Related posts

Dieta Scarsdale
Diete

Dieta Scarsdale

23 marzo 2017

Dieta senza Nichel
Diete

Dieta senza Nichel

23 marzo 2017

Dieta della Pasta
Diete

Dieta della Pasta

23 marzo 2017

Dieta a Zona
Diete

Dieta a Zona

23 marzo 2017

Dieta Dissociata
Diete

Dieta Dissociata

23 marzo 2017

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Simple Share Buttons