Dieta del minestrone

Ideale per chi deve perdere almeno 7/8 Kg

La dieta del minestrone, una delle diete a tema più blasonate, in quanto sembra essere efficace e semplice da seguire, con un’azione disintossicante, dimagrante che permette un riequilibrio di zuccheri e grassi nel sangue. La dieta del minestrone prevede una riduzione, e in alcuni giorni addirittura l’eliminazione, dei grassi e dei carboidrati (pane, pasta, riso), fonti di energia per l’organismo, che è così costretto ad attingerla dai grassi di deposito. Affinché la dieta sia efficace e svolga appieno la sua azione disintossicante e dimagrante deve esser seguita per almeno 7 giorni di seguito.

La dieta è composta da un alimento principale su cui si basa, cioè minestrone a base di verdura, e in aggiunta tè e spremute di frutta non zuccherate, frutta, latte o yogurt scremato (in aggiunta dal 4° giorno in poi), carne di manzo (dal 5° giorno in poi), riso integrale (dal 7° giorno).

L’obbiettivo della dieta del minestrone è quello di far perdere al soggetto il maggior numero di kg il più rapidamente possibile, anche se non è il massimo riguardo l’equilibrio dei nutrienti, in quanto a causa della forte restrizione calorica e dello scarso apporto di proteine, si perdono muscoli e acqua oltre al grasso.

Per verificare i risultati ottenuti ci si deve pesare il primo giorno in cui la si segue, e poi al quarto giorno, dove dovremmo aver già buttato giù due o tre chili.
Attenzione: se ne abbiamo persi di più a questo punto, significa che le calorie che abbiamo introdotto sono troppo poche e dunque è bene mangiare un paio di fette biscottate a colazione, ad esempio, o comunque arricchire di un po’ i pasti con pasta o riso integrale.
Al settimo giorno dovremmo aver perso circa cinque chili.

- Le ricette per il minestrone:

Prima proposta: porri o cipolle, 2 barattoli di pomodori pelati, un cavolo verza grande,un sedano intero, 500 gr di spinaci, un peperone rosso, un dado, un cucchiaio d’olio di oliva a crudo, spezie.

Seconda proposta: una zucchina, una carota, 1 pomodoro maturo, 30 grammi di piselli, 50 grammi di fagiolini, due foglie di cavolo verza.

Terza proposta: 6 pomodori (o 1 barattolo di pelati), 2 carote, 3 coste di sedano, 1 cavolo verza, 1 mazzo di bieta, 1 grossa cipolla, 3 zucchine, un dado vegetale. A piacere è possibile integrare con 1 finocchio e 500 grammi di spinaci.

 Schema alimentare della dieta del minestrone

PRIMO GIORNO

Colazione: caffè o tè – meglio se tè verde – non zuccherati, 2 mele o 2 pere.
Spuntino: spremuta di frutta non zuccherata.
Pranzo: minestrone; 1 mela
Merenda: spremuta di frutta non zuccherata o centrifugato di verdure.
Cena: minestrone; 1 pera.

Variante: le mele e le pere previste possono essere sostituite da frutta a scelta, purché sia frutta fresca di stagione (escluse uva e banane).

SECONDO GIORNO

Colazione: caffè o tè verde non zuccherato.
Spuntino: tè verde.
Pranzo: minestrone, bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchio verde in abbondanza.
Merenda: tè o caffè – meglio se tè verde.
Cena: minestrone, 200 g di patate lesse con 10 grammi di olio d’oliva.

Variante: le patate con l’olio possono essere sostituite da 350 a di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva

TERZO GIORNO

Colazione: tè o caffè, pere e ananas.
Spuntino: spremuta di frutta senza zucchero.
Pranzo: minestrone, 200 grammi di carote e carciofi crudi o cotti.
Merenda: spremuta di frutta senza zucchero.
Cena: minestrone, peperoni, melanzane e zucchine alla griglia.

Variante: le pere e l’ananas della colazione possono essere sostituite da frutta fresca a scelta (escluse uva e banane).

QUARTO GIORNO

Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato, 1 banana.
Spuntino: tè o caffè – meglio se tè verde.
Pranzo: 200 g di yogurt magro, 1 banana.
Merenda: tè verde non zuccherato.
Cena: minestrone, un frappé preparato con 200 ml di latte scremato e 1banana

Variante: i 200 grammi di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 grammi di ricotta magra o da 90 grammi di mozzarella vaccina.

QUINTO GIORNO

Colazione: caffè
Spuntino: tè verde.
Pranzo: 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello), insalata di pomodori.
Merenda: tè verde.
Cena: minestrone, 200 g di pesce magro alla griglia (orata, spigola, rombo).

Varianti: a pranzo i 300 g di pesce alla griglia possono essere sostituiti da 300 g di calamari o seppie alla griglia; a cena i 300 g di pesce alla griglia si possono sostituire con 150 g di tonno al naturale.

SESTO GIORNO

Colazione: caffè.
Spuntino: tè verde.
Pranzo: una o 2 bistecche di vitello alla griglia, 200 grammi di zucchine e finocchi al vapore.
Merenda: tè verde.
Cena: minestrone, 300 grammi di pollo arrosto senza pelle,

Variante: a cena al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 grammi di tacchino arrosto magro.

SETTIMO GIORNO

Colazione: caffè o tè verde.
Spuntino: spremuta di frutta senza zucchero.
Pranzo: 100 g di riso integrale con verdure a piacere, poi asparagi, cipolle e carote al vapore
Merenda: spremuta di frutta senza zucchero o centrifugato di verdure.
Cena: minestrone, barbabietole e cetrioli

Varianti: a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata senza zucchero

Per noi è molto importante ricordarti che:

Ogni notizia o consiglio su diete o regimi alimentari contenuti nel sito www.dietaonline.it devono intendersi al solo scopo informativo. Tali informazioni non devono mai sostituire la consulenza personalizzata di un medico dietologo o nutrizionista. Pertanto, ogni decisione presa sulla base di queste indicazioni dev’essere intesa come personale e secondo propria responsabilità. Un programma alimentare indicativo infatti, non può in ogni caso sostituirsi alle scelte del Medico, che rimane sempre il decisore ed il responsabile finale.