Dieta Ipercalorica

Spesso il problema non è perdere, ma al contrario prendere peso

La Dieta Ipercalorica, comunemente detta anche dieta ingrassante, è rivolta alle persone sottopeso (ovvero con indice di massa corporea inferiore a 18) o in generale alle persone che presentano una magrezza eccessiva e che faticano a prendere qualche chilo pur mangiando in abbondanza. Una magrezza eccessiva può essere dovuta ad un metabolismo molto veloce, o a periodi di stress intenso, o a vere e proprie patologie (disturbi del comportamento alimentare come anoressia nervosa, in tal caso consultare necessariamente un medico o un centro specializzato!).
In caso di magrezza fisiologica, seguire una Dieta Ipercalorica può aiutare a prendere qualche chilo, magari per arrotondare le forme ed essere più femminili o per irrobustire la massa muscolare, risultato che sarà ulteriormente migliore se ci sia allena con esercizi finalizzati ad aumentare la massa muscolare.

La Dieta Ipercalorica è un regime alimentare che prevede un apporto energetico in termini di calorie superiore al proprio fabbisogno, di modo tale che la quantità di calorie che si bruceranno sarà inferiore alla quantità assunta con l’alimentazione, e la differenza potrà quindi diventare una riserva di nutrienti ed energie che sarà utilizzata per l’aumento della massa corporea.
Ovviamente la dieta dovrà essere sana, altrimenti si rischia di avere un eccessivo aumento di massa grassa mentre l’obiettivo di una dieta ipercalorica è un aumento equilibrato sia della massa muscolare che (se necessario) delle riserve di grasso.

La dieta ipercalorica è quindi un regime alimentare bilanciato, con 5 o 6 pasti al giorno, dove l’apporto calorico è leggermente superiore del fabbisogno giornaliero calcolato in base al proprio metabolismo (al massimo del 10% in più) e prevede una percentuale adeguata di tutti i nutrienti, tipiche di una dieta equilibrata (50-55% carboidrati, 20-25% proteine, 25-30% grassi).
Attenzione quindi, dieta ingrassante non vuol dire mangiare quantità industriali di cibi ipercalorici o ancor peggio di cibo “spazzatura”, cosiddetto “junk food”: i principi da seguire sono quelli della sana alimentazione, ovvero consumo giornaliero di frutta e verdura, carboidrati a basso indice glicemico, grassi di qualità come quelli contenuti nel pesce, nell’olio extravergine di oliva e nella frutta secca (noci, mandorle, pinoli, ecc.), proteine sia animali che vegetali (soia e altri legumi).

ESEMPIO SCHEMA ALIMENTARE DIETA IPERCALORICA

Colazione
Una tazza grande (200-250 gr) di latte intero o parzialmente scremato
4-6 fette biscottate al malto d’orzo o ai cinque cereali con un velo di burro e marmellata di frutta oppure 1 fetta di medio spessore di ciambella fatta in casa o crostata con marmellata di frutta o plumcake allo yogurt oppure 8-10 biscotti a piacere oppure 3 fette biscottate con burro e marmellata e 4 biscotti
1 frutto di stagione a scelta

Spuntino metà mattina
1 panino con 1 fetta di pane bianco o integrale e affettati magri (prosciutto crudo o cotto o tacchino o bresaola) + 15 gr di noci o mandorle

Pranzo
Pasta o riso o farro o cous cous (100 gr) con pomodoro o verdure e 1 cucchiaio di parmigiano
50 gr di legumi secchi (fagioli, lenticchie, ceci) o 100 gr di carne bianca (pollo o tacchino) o 150 gr di pesce “bianco” magro (sogliola, merluzzo, ecc.) o 150 gr di molluschi (calamari, gamberetti, ecc.) o 1 uovo o 60 gr di affettati o 80 gr di formaggi magri tipo ricotta, fiocchi di latte o formaggio primo sale o mozzarella
Contorno di verdura o insalata a volontà
1 o 2 fette di pane bianco o integrale
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 frutto di stagione a scelta

Spuntino metà pomeriggio
1 yogurt alla frutta a scelta o 1 frullato di frutta fresca con latte + 15 gr di noci o mandorle o 10 gr di cioccolato fondente

Cena
200 gr di carne bianca (pollo o tacchino) o 180 gr di carne rossa (vitello, vitellone, manzo magro) o 180 gr di maiale magro o 180 gr di pesce “azzurro” (salmone, sgombro, alici, ecc.) o 250 gr di pesce “bianco” magro o semigrasso (sogliola, merluzzo, spigola, ecc.) o 2 uova
Contorno di verdura o insalata a volontà
2-3 fette di pane bianco o integrale oppure 50-60 gr di riso oppure 2 patate medie (circa 200 gr)
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 frutto di stagione a scelta

Spuntino dopo cena
1 frutto di stagione a scelta o 1 bicchiere di latte parzialmente scremato

Le quantità sono indicative: sono state stimate facendo una media ma in realtà dovrebbero essere ottimizzate in base al fabbisogno calorico di ogni soggetto, sono da intendersi come quantità minime, ovvero se non si verifica dopo un mese un aumento di peso si possono aumentare.

Importate! Nel rispetto delle regole di una sana alimentazione non consumare in ogni caso condimenti ricchi di grassi animali (tranne il velo di burro a colazione, evitare invece margarina, strutto, ecc.), insaccati molto grassi, formaggi grassi e stagionati (tranne parmigiano nella pasta), patatine e snacks, bibite gassate e zuccherate, zucchero bianco.

Per noi è molto importante ricordarti che:

Ogni notizia o consiglio su diete o regimi alimentari contenuti nel sito www.dietaonline.it devono intendersi al solo scopo informativo. Tali informazioni non devono mai sostituire la consulenza personalizzata di un medico dietologo o nutrizionista. Pertanto, ogni decisione presa sulla base di queste indicazioni dev’essere intesa come personale e secondo propria responsabilità. Un programma alimentare indicativo infatti, non può in ogni caso sostituirsi alle scelte del Medico, che rimane sempre il decisore ed il responsabile finale.

Related posts

Dieta a Zona
Diete

Dieta a Zona

23 marzo 2017

Dieta South Beach
Diete

Dieta South Beach

23 marzo 2017

Dieta Scarsdale
Diete

Dieta Scarsdale

23 marzo 2017

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Simple Share Buttons