Dieta del Minestrone

No votes yet.
Please wait...

La dieta del minestrone è una dieta efficace e semplice da seguire ad azione disintossicante e dimagrante che permette un riequilibrio di zuccheri e grassi nel sangue.

La dieta del minestrone prevede una forte riduzione dei grassi e dei cibi farinacei/amidacei (pane, pasta, riso) di modo tale che l’organismo vada a bruciare le riserve di grasso presenti.
Per ottenere risultati in termini di dimagrimento e disintossicazione la dieta deve esser seguita correttamente per un periodo che va da 7 ad un massimo di 14 giorni.
L’alimento principale della dieta è appunto il minestrone di verdure, gli altri alimenti presenti sono poi tè e spremute/centrifugati di frutta non zuccherati, frutta e verdura a volontà, latte o yogurt scremato (dal 4° giorno in poi), carne e pesce magri (dal 5° giorno in poi), riso integrale (dal 7° giorno in poi).

Obiettivo della Dieta del Minestrone è un dimagrimento rapido insieme ad una depurazione dell’organismo. L’ideale è seguirla per 7 giorni, per poi reinserire gradualmente cereali integrali e legumi fino al 14° giorno, e successivamente continuare con una dieta equilibrata di mantenimento, come ad esempio la Dieta Mediterranea (link a dieta mediterranea), altrimenti si rischierebbe di perdere massa muscolare oltre che alla massa grassa.
Per verificare i risultati si consiglia di controllare il proprio peso ad inizio dieta e successivamente al quarto giorno, quando i chili persi dovrebbero già essere 2 o 3.
Attenzione! se i chili persi sono più di 2 o 3, vuol dire che le calorie introdotte sono troppo poche e quindi aggiungere un paio di fette biscottate a colazione o una piccola porzione di pasta o riso integrale ai pasti.
Dopo sette giorni si dovrebbero aver perso circa 5 Kg.

 

Le ricette per il minestrone:

Prima proposta: porri o cipolle, pomodori pelati, un cavolo verza grande, un sedano intero, 500 gr di spinaci, un peperone rosso, un cucchiaino d’olio di oliva a crudo, spezie.
Seconda proposta: 1 zucchina, 1 carota, 1 pomodoro maturo, 30 grammi di piselli, 50 grammi di fagiolini, due foglie di cavolo verza, un cucchiaino d’olio di oliva a crudo.
Terza proposta: 4 pomodori o pomodori pelati, 2 carote, 3 coste di sedano, 1 cavolo verza, 1 mazzo di bieta, 1 grossa cipolla, 3 zucchine, un cucchiaino d’olio di oliva a crudo, eventualmente 1 finocchio e 500 grammi di spinaci.

 

Schema alimentare della dieta del minestrone

PRIMO GIORNO
Colazione: caffè o tè (meglio se tè verde) non zuccherati, 2 mele o 2 pere.
Spuntino: spremuta di frutta non zuccherata.
Pranzo: minestrone; 1 mela
Merenda: spremuta di frutta non zuccherata o centrifugato di verdure.
Cena: minestrone; 1 pera.
Variante: le mele e le pere previste possono essere sostituite da frutta a scelta, purché sia frutta fresca di stagione (escluse uva e banane).

SECONDO GIORNO
Colazione: caffè o tè verde non zuccherato.
Spuntino: tè verde.
Pranzo: minestrone, contorno di bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchio verde in abbondanza, 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.
Merenda: tè (meglio se tè verde) o caffè
Cena: minestrone, contorno di 200 g di patate lesse, 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.
Variante: le patate con l’olio possono essere sostituite da 350 gr di funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.

TERZO GIORNO
Colazione: tè o caffè, pere e ananas.
Spuntino: spremuta di frutta senza zucchero.
Pranzo: minestrone, 200 grammi di carote e carciofi crudi o cotti, 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.
Merenda: spremuta di frutta senza zucchero.
Cena: minestrone, peperoni, melanzane e zucchine alla griglia, 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva.
Variante: le pere e l’ananas della colazione possono essere sostituite da frutta fresca a scelta (escluse uva e banane).

QUARTO GIORNO
Colazione: cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato, 1 banana.
Spuntino: tè (meglio se tè verde) o caffè
Pranzo: 200 g di yogurt magro, 1 banana.
Merenda: tè verde non zuccherato.
Cena: minestrone, un frappè preparato con 200 ml di latte scremato e 1 banana
Variante: i 200 grammi di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 grammi di ricotta magra o da 90 grammi di mozzarella vaccina.

QUINTO GIORNO
Colazione: caffè
Spuntino: tè verde.
Pranzo: 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello), insalata di pomodori, 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.
Merenda: tè verde.
Cena: minestrone, 200 g di pesce magro alla griglia (orata, spigola, rombo), 1 cucchiaino d’olio extravergine di oliva
Varianti: a pranzo i 300 g di pesce alla griglia possono essere sostituiti da 300 g di calamari o seppie alla griglia; a cena i 300 g di pesce alla griglia si possono sostituire con 150 g di tonno al naturale.

SESTO GIORNO
Colazione: caffè.
Spuntino: tè verde.
Pranzo: 1 o 2 fettine di vitello alla griglia, 200 grammi di zucchine e finocchi al vapore, 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.
Merenda: tè verde.
Cena: minestrone, 300 grammi di pollo arrosto senza pelle, 1 cucchiaino d’olio extravergine di oliva.
Variante: a cena al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 grammi di tacchino arrosto magro.

SETTIMO GIORNO
Colazione: caffè o tè verde.
Spuntino: spremuta di frutta senza zucchero.
Pranzo: 100 g di riso integrale con verdure a piacere, asparagi, cipolle e carote al vapore, 2 cucchiaini di olio extravergine di oliva.
Merenda: spremuta di frutta senza zucchero o centrifugato di verdure.
Cena: minestrone, barbabietole e cetrioli, 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva.
Varianti: a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata senza zucchero

Per noi è molto importante ricordarti che:

Ogni notizia o consiglio su diete o regimi alimentari contenuti nel sito www.dietaonline.it devono intendersi al solo scopo informativo. Tali informazioni non devono mai sostituire la consulenza personalizzata di un medico dietologo o nutrizionista. Pertanto, ogni decisione presa sulla base di queste indicazioni dev’essere intesa come personale e secondo propria responsabilità. Un programma alimentare indicativo infatti, non può in ogni caso sostituirsi alle scelte del Medico, che rimane sempre il decisore ed il responsabile finale.

admin

Related posts

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Simple Share Buttons